buy discount cialis-soft
sabato , 27 maggio 2017
Ultime notizie
Home » Guide Softair » Ghillie suite, la guida per realizzarla da soli (di Fabio Vitti)
Ghillie suite, la guida per realizzarla da soli (di Fabio Vitti)

Ghillie suite, la guida per realizzarla da soli (di Fabio Vitti)

In questa guida Fabio Vitti ci mostra come ha composto una delle sue ghillie, passo passo.

MATERIALI DI BASE:

GIACCA: ho utilizzato una classica DPM inglese,molto leggera,comoda,sicuramente un’ottima base per le nostre ghillie,l’ideale secondo il mio parere,è quello di utilizzare una giacca in tessuto ripstop con le gomitiere già incluse,ormai si trovano a prezzo veramente conveniente,io ho utilizzato una giacca senza tessuto ripstop e senza gomitiere incluse,perchè ho voluto fare alcuni piccoli esperimenti su questa giacca.

YUTA: ovviamente la yuta presa da sacchi(di caffè nel mio caso)sfilacciata e tagliata a mano in ciuffi di 15/20 cm circa,meglio se non sono tagliati tutti della stessa misura,comunque è consigliabile farli rientrare in quel range di lunghezza. Altra yuta arriva da alcune reti da giardinaggio,è una yuta piu sottile,mischiandole danno un bell’effetto nel rompere la sagoma.

FWnivDMl

COLORI: sicuramente i colori migliori sono quelli della tactical concealment,li ho usati diverse volte e sono strepitosi,hanno una gamma di colori vastissima,ma visto la difficoltà nel reperirli e i prezzi non proprio economici,ho optato per altri colori in polvere,i DEKA,sono ottimi colori in bustine da 10g l’una,hanno 4 tipi di verde e 4 tipi di marrone,direi più che sufficienti per le nostre ghillie.

ecco la yuta colorata a bagno

ecco la yuta colorata a bagno

yuta ad asciugare

yuta ad asciugare

altra yuta ad asciugare

altra yuta ad asciugare

ecco la yuta dopo il trattamento

ecco la yuta dopo il trattamento

alcuni colori della tactical concealment

alcuni colori della tactical concealment

ecco i nostri colori deka

ecco i nostri colori deka

BRANDELLI ECC.

per chi volesse,alle nostre ghillie,possiamo attaccare brandelli di mimetiche,strisce di yuta,tessuti vari…..in queste ghillie diciamo “sperimentali” non ho messo nulla di tutto ciò.

RETE:

la rete utilizzata è quella che ho preso nel kit della tactical concealment,ma vanno benissimo anche reti in nylon con quadrettatura dai 2cm ai 4cm

rete tactical concealment maglia piccola

rete tactical concealment maglia piccola

 rete tactical concealment maglia larga

rete tactical concealment maglia larga

COLLA A CALDO:

ho utilizzato la colla a caldo per fissare in qualche punto la rete alla mimetica prima di cucirla.

VERNICE SPRAY:

utilizzata per verniciare i punti incui ho utilizzato la colla a caldo

ggr5ZsXl

 

TESSUTO PER I RINFORZI:

ho utilizzato della cordura 1000 acquistata in fogli

YbXWGesl

 

IMBOTTITURE :

per le imbottiture del semplicematerassino da campeggio.

PARTE 1,ATTACCHIAMO LA RETE:

Questa è una parte semplice,ma bisogna fare attenzione,quando mettete la rete sulla mimetica,non tiratelamolto,lasciatela un po larga,perchè una volta che indossate la giacca o i pantaloni,se tenete la rete troppo tirata,verrà fuori unbel casino. Prendete la vostra rete,stendetela sopra la giacca e tirate la rete leggermente,cosi da formare per benei quadrati della maglia,potete farlo mettendo una mano sotto la giacca,formando una sorta di collina e vedrete la vostra rete tirarsileggermente,una volta che la rete è posta nella maniera corretta,potete con qualche punto di colla a caldo,fissarla allagiacca,per comodità consiglio di partire dal basso della giacca per poi salire.

anche se la foto è dei pantaloni,il procedimento è uguale

anche se la foto è dei pantaloni,il procedimento è uguale

PARTE 2 ,ATTACCHIAMO LA YUTA:

Ci sono diversi modi per annodare la yuta,diversi tipi di nodi,in questo caso ho utilizzato il classico nodo da lacci delle scarpe,spostando sempre il “nodo” un po a destra e un po a sinistra,facendo cosi,la vostra yuta sembrerà sempre di diversa lunghezza

R6ocHIel

per annodarla partite sempre dal basso verso l’alto

tLhJ9mal

 

Spesso nelle giacche,vengono fatte delle prese d’aria (ascelle/schiena)ovvero porzioni di mimetica tagliate e sostituite con della rete,tipo quella delle sciarpe,per fare in modo che la ghillie risulti più traspirante,io personalmente non uso questo sistema per un semplice motivo,c’è la possibilità di venire a contatto con insetti,oppure con ortiche ecc,meglio essere isolati.

 

PARTE 3,LE TASCHE:

nella giacca,qualsiasi “tasca”presente risulta inutile,a meno che abbiate delle piccole tasche poste sulle maniche,l’unica cosa che si può fare, è aggiungeredelle tasche grandi nella parte posteriore,ma vi consiglio vivamentedi utilizzare delle tasche presenti o fatte nei pantaloni.

In questa ghillie non è presente,ma in una ghillie che ho fatto,di cui farò la recensione più avanti,ho messo una grossa tasca sulla schiena,con chiusura a velcro,dove ho inserito ilcamelback,veramente comodissima.

PARTE 4,LA PARTE FRONTALE

Qui viene applicato del tessuto come rinforzo,in particolare io ho aggiunto della cordura 1000,cucendola in 3 lati e nella parte inferiore ho messo del velcro,cosi da potere inserire il materiale per l’imbottitura,in questo caso,nella parte centrale,non ho messo il materiale di rinforzo,perchè ho provato a lasciare un “canale” libero,cosi che l’aria circolasse di più…comunque per le ghillie standard,mettete il rinforzo su tuttala parte frontale,per i gomiti fate la stessa cosa che per la parte anteriore.

EoHFiICl

 

particolare dell'imbottitura

particolare dell’imbottitura

qui ho messo oltre all’imbottitura,uno strato di materiale impermeabile,per ridurre la possibilità di bagnarci.

PARTE 5,IL CAPPUCCIO:

Prendete il vostro bonnie,appoggiatesopra la rete come avete fatto per la giacca,colla a caldo perfissarla e siete quasi a posto,ai lati del bonnie,la rete devescendere all’altezza delle spalle.

Per fissare il cappuccio allagiacca,unite le 2 reti,ovvero quella del bonnie e quella della giacca,la maniera più veloce e meno impegnativa èutilizzare delle fascette da elettricista,mi raccomando,fatemovimenti con il collo avanti indietro destra e sinistra per vederese la rete non tira,deve essere un movimento completamente libero.

Volendo,per i piu volenterosi,si puòutilizzare il sistema a clip(tipo zaino) questo viene utilizzato incaso vogliate togliere completamente il cappuccio,visto che per farlonon è proprio semplicissimo e sinceramente il cappuccio….non ve lotogliete…..andate di fascette.

VVYZq0Tl BUWABZYl e91FEdml

 

GHILLIE IN ACTION:

ECCO LA PARTE FORSE CHE INTERESSA DI PIU!

nelle 3 foto successive,manca la sfumatura con un tipo di verde:

USchIDql SHXpeUyl 9NlZsABl

 

Qui la ghillie completa

Jtf3IeXh 8cdn2eRh iCsTdo4h

 

In questa foto la ghillie nella vegetazione:

qIFYnmMh

 

Qui invece con poca vegetazione presa sul posto:

JoC09noh

 

Ora passiamo alla parte divertente,vi posto 4 foto dove mi sono messo totalmente allo scoperto,senza infrattarmi chissà dove,solo io e le ghillie con la vegetazione presa sul posto,questo per vedere come si vedono le ghillie con il colpo d’occhio,la prima foto è normale,nella seconda foto c’è una freccia che indica dove sono,anche se sicuramente non ce ne sarà bisogno 🙂

4o5uLDDhUJkHKmgh

Ora invece,sono infrattato,con solo la testa fuori,qui non metto la freccia,metto pure un ingrandimento

8pq2N0Wh GoA4maOh

Vi metto la solita freccetta E’ tutto per ora,spero che sia di vostro gradimento,chiedete qualsiasi cosa,a presto amici!!!!

About overshadow

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*